Acqua passata non macina più...

Gli antichi mulini tra Reno e Panaro

Una ricerca sul campo

Home

Il territorio

I mulini

Contatti

Mulino dell'Oggioletta (Luminasio)
 

Le origini documentate ci portano abbastanza indietro nel tempo, infatti gli estimi del contado di Panico nel 1750 registrano che "Giuseppe Minelli possiede un molino nominato l’Uzzoletta con della terra … un molino con una macina” e poco dopo nel 1775 sempre a nome di Minelli "… in loco di Luzzoletta … una casa murata … una bottega ad uso fabbro, come pure contiguo e adiacente a detta casa, un mulino con due macine per macinare frumento e biade …". Quindi in questa località, seppure un po’ fuori mano e senza altre abitazioni nei paraggi, funzionava una piccola attività anche da fabbro, comune a tanti altri mulini della zona, che cercava in tal modo di allargare la clientela del mulino stesso. (cit. ADA Emilia Romagna)
Situato sul rio Oggiola, dal quale traeva le acque tramite un canale artificiale, conserva ancora alcune tracce del suo passato, come il locale che ospitava le ruote a catini, parte di una macina e la tromba di scarico delle acque.

© Copyright Acquapassata.net. All rights reserved.